Mani in pasta: come fare i bigoli in casa con (e senza) torchio

Bigoli fatti in casa

Chi pensa che la pasta fatta in casa sia una specialità del sud Italia, sbaglia di grosso. Ne sono un esempio i bigoli, pasta fresca nata in Veneto e diffusasi con successo per tutto il Nord Italia, dal Veneto alla Lombardia, dal Friuli al Piemonte. Fare la pasta in casa è una coccola per chi ama impastare, ma anche una ricetta low cost sempre di grande effetto.

Ecco qualche consiglio e la ricetta per fare i bigoli in casa, con e senza torchio.

bigoli fatti in casa

Mani in pasta: una passione per la tradizione che non finisce mai

Mani infarinate e uova da rompere, una forchetta e un pizzico di sale: sembrano i semplici ingredienti per la felicità. E, da una parte,  è davvero così. Mettere le mani in pasta serve per spegnere i pensieri, ricongiungersi ai lavori manuali spesso sottovalutati e preparare qualcosa di genuino con le proprie mani, lasciando stare prodotti confezionati.

Anche se fare la pasta in casa rimanda subito a un’idea di massaia quasi scomparsa dalla nostra società, non è così. Non sono solo le nonne a farla la domenica o per le occasioni speciali. Sempre più giovani, infatti, sono tornati a una modalità di cucina tradizionale, sana e in cui sperimentare ingredienti e passione per il cibo. È così che tantissimi giovani mettono le mani in pasta regolarmente, portando avanti una delle tradizioni più radicate del Belpaese.

bigoli fatti in casa

Mani in pasta: qualche consiglio per voi

Ma per fare la pasta fatta in casa bisogna essere dei cuochi provetti? Assolutamente no. Anche se si è alle prime armi si può riuscire. Anzi, bisogna tenere a mente che se non iniziassimo mai, se non cavalcassimo l’ignoto, non impareremmo niente di nuovo. Quindi, soprattutto se siete alle prime armi, buttatevi in un primo tentativo, potreste avere la fortuna dei principianti e riuscire senza problemi, oppure potreste fallire, ma imparare la lezione. All’inizio può essere utile farsi aiutare da qualcuno o dimezzare le dosi per evitare di avere troppo impasto da lavorare e troppi ingredienti tra cui destreggiarsi.

Ma passiamo alla ricetta. Come fare concretamente i bigoli in casa? Ecco una ricetta semplice, con ingredienti che abbiamo quasi sempre a disposizione nelle nostre cucine.

Ingredienti:

400 g di grano tenero;
1 pizzico di sale;
2 uovo;
230 g di acqua.

Il procedimento per i Bigoli fatti in casa

Meno uova e aggiunta di acqua permettono di rendere l’impasto più elastico e facile da lavorare. Mescolare tutti gli ingredienti prima nella terrina di vetro, magari con l’aiuto di una forchetta. Impastare con le mani utilizzando direttamente il piano. L’impasto deve risultare leggero e molto elastico.

Dopo aver terminato di impastare – 10 minuti sono sufficienti – lasciar riposare il panetto di pasta per qualche minuto, coperto dalla terrina. Ripreso l’impasto in mano, schiacciarlo nel torchio mentre si gira la manovella. Nel caso in cui non aveste il torchio, potreste provare a fare la stessa cosa con lo schiacciapatate. I buchi sono leggermente più piccoli rispetto a quelli del torchio tradizionale e i bigoli potrebbero venire più corti. Ma lo schiacciapatate potrebbe essere l’alternativa vincente in assenza del torchio. Olio di gomito e un po’ di pazienza.

Ultimati i vostri bigoli, dovrete solo lasciarli sbollentare per non più di 5 minuti in acqua calda già salata. E arrivati a questo punto, dovrete solo scegliere il sugo che preferite: al pesto, all’anatra, con zucchine e salsiccia, al ragù, con le sarde. I bigoli si prestano bene a diverse tipologie di condimento, ma la loro consistenza ruvida, li rende perfetti per i sughi corposi.
Cos’altro dire, se non buon appetito!

A cura di Elisa Midelio – Serendipitsite: Viaggiare con serendipità

EnglishFrançaisDeutschItalianoEspañol